STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO I
A.A. 2016/2017
Laurea Magistrale I° anno 
9 crediti 
prof. Alberto Sciumè

SCOPO DEL CORSO
Il corso intende approfondire la conoscenza del sistema delle fonti giuridiche ed il loro sviluppo storico nell’esperienza istituzionale dei paesi europei. Il tema centrale è costituito dallo studio del ruolo del giurista, dall’esame degli strumenti, dei metodi e delle tecniche da lui impiegate nell’attività di costruzione del diritto europeo dal secolo XII al secolo XX. Il corso si avvale anche della conoscenza diretta delle fonti, tramite l’impiego della relativa banca dati on line, accessibile mediante la conoscenza dei contenuti del sussidio didattico di cui al numero 3) del sottostante elenco di testi.

PURPOSE OF THE COURSE:
The course is aimed at the analysis of the system of legal sources and of their historical development in the frame of the institutional experiences of the European countries. The main topics focus on the role of the lawyer and on the instruments, methods and techniques employed by this latter as from the XII until the XX century in the building of the European law. The course makes use also of direct knowledge of the sources, through the use of the on line data base, accessible with the knowledge of the contents of the didactical support under n. 3) of the following list of texts.

PROGRAMMA DEL CORSO
I°. Dalle Regulae iuris ai principî generali del Diritto
- Diritto e organizzazione della società nell’età medievale ed in quella moderna
- Le fonti del diritto ed il ruolo del giurista nel sistema del diritto comune
- Legislatore e interprete nell’età del giusnaturalismo moderno

II°. Il paradigma dello stato moderno
- Il sistema delle fonti nell’età delle codificazioni
- Giuristi, legislatori, giudici, interpreti: i ruoli e le funzioni giuridiche nell’età contemporanea

TESTI:

a) frequentanti
1) Appunti dalle lezioni
2) A. Sciumè, I Principi generali del diritto nell’ordine giuridico contemporaneo, Giappichelli, Torino, 2002;
3) Parole in divenire. Un vademecum per l’uomo occidentale (a cura di Alberto Sciumè e Aldo A. Cassi), Giappichelli, Torino 2016.

b) non frequentanti
I testi indicati sotto ai numeri 1) e 2), secondo i criteri che seguono:
1) a scelta, uno fra quelli indicati alle sottostanti lettere a) e b):
        a) A. Cavanna, Storia del diritto moderno in Europa. I° Le fonti, Milano, Giuffrè, 1979.
        b) A. Padoa Schioppa, Storia del diritto in Europa, Seconda Edizione, Bologna, Il Mulino, 2016 (solo i capitoli I – III);
2) A. Sciumè, I Principi generali del diritto nell’ordine giuridico contemporaneo, Torino, Giappichelli, 2002;
e inoltre:
3) Parole in divenire. Un vademecum per l’uomo occidentale (a cura di Alberto Sciumè e Aldo A. Cassi), Giappichelli, Torino 2016.

Durante lo svolgimento del corso sono previste due prove scritte, aperte a frequentanti e non frequentanti e vertenti sul programma come da apposito regolamento.
I risultati delle prove, espressi in trentesimi, resteranno validi per l’intero anno accademico.
Il regolamento delle prove scritte, contenente tra l’altro, tempi e modalità di espletamento delle prove, sarà pubblicato in tempo utile durante lo svolgimento del corso.